18 maggio 2007

MetARTrock

In risposta alla Valeriona de' noantri, vengo al Metarock di (ohimè) Pisa.
L'anno scorso gli organizzatori mi contattarono per partecipare ad una serata della manifestazione che negli anni, da rassegna musicale, è diventata qualcosa di più. Oltre ai concerti, infatti, ci sono mercatini di oggettistica varia, ristorazione, esposizioni, iniziative culturali, dibattiti, gare di ruti.
Nel mio caso mi contattarono per prendere parte al MetARTrock (anche se avrei preferito l'ultima voce dell'elenco), una serata in cui alcuni disegnatori e illustratori erano invitati ad esibirsi in diretta, creando un'immagine ispirata alla propria playlist favorita.
Da sempre amante spassionato del cazzeggio senza scopo alcuno, e se possibile atto alla perdita di tempo prezioso, ovviamente accettai.
Tela, pennelli e acrilici alla mano, passai in rassegna alcune vivide sensazioni, che andavano dai vocalizzi di Rosanna Fratello alle performances di Pupo, generando - come il sonno della ragione - mostri orribili.
Per fortuna mi venne in soccorso Sua Divinità Franchino, che diradò le nebbie, guidò la mia mano e mi fe' produrre questo.
























Un paio di settimane fa sono stato contattato per partecipare anche quest'anno, ma non so ancora né quale giorno, né a che ore, né soprattutto a fare cosa. Appena ne avrò notizia, aggiornerò la colonnina qui a destra, nel remoto caso che qualcuno ne sia interessato.
Spero che in ogni caso, qualche grande entità guidi la mia mano per far sì che sia nel Giusto.

E magari, non alla patta dei pantaloni.

14 commenti:

Daniele ha detto...

PRIMO! PRIMO!!!
E vai!

francesco cerisoli ha detto...

ohimè, secondo!
Ohimè, Pisa. Pensate, a me quasi mi viene la nostalgia di quella piana desolata, incastonata fra monti fvmiganti d'incendi, liquido bottino, inceneritori e sangobè....

Marco Tonus ha detto...

Ciao Daniele ....e tre, meno male, prendo il bronzo.
Complimenti vivi per tutto, cantanti morti compresi!
Pupo intendo...

manu ha detto...

vai di gara di ruti ch e sei nel gyusto di sicuro...

BondValeria ha detto...

aaaah... pensavo che tu venissi come spettatore (e sputtanatore. di soldi, ovviamente) o tutt'al più, ma la vedevo improbabile, per una reunion con gli Amici di Zenigata.

Grisson ha detto...

Ma alla fine dopo aver letto questo post ho deciso che alle prossime elezioni voto Fini (quello dei tortellini) perchè parla bene...

Adie

Davide Barzi ha detto...

E io rispondo con l'invito che ho ricevuto per presentare le Regine del Terrore alla festa dell'Unità di Paganine (Modena).
Invito che chiaramente ho accolto con grande entusiasmo, soprattutto perché nell'invito si parlava di gnocco fritto e tigelle!

Ah, la cultura...

BondValeria ha detto...

buààààh.... sia di qui sia di là si parla d'inviti... ma me lo fate apposta???

Papero Gonfyo ha detto...

E' vero, Davide. La cultura dovrebbe parlare di gnocca lessa, non di gnocco fritto.
Valeria, piccina, che succede? Sei triste perchè qualche cattivone non ti ha invitata da qualche parte? Su, tesoruccio, vieni di là nel blog paguri che ne parliamo...

mylla ha detto...

Ohi ohi, 'un mi fa impazzire venire a Paisa, però per cazzeggaire questo e altro. Facci sapere quando ti esibisci*, speriamo di essere in diversi a poter venire a tiratt.. emmm... applaudirti in quanto seguaci. Bacyuzzoli.

*non come per Torino che non hai detto una sega nulla (o son lessa io che non lo sapevo, il che è + probabile essendo dietro ai preparativi che sai)

PaoloArmitano ha detto...

Ma che figo!
MITICO ZAPPA!!!

Grisson ha detto...

Libri cristiani gratuiti

Ministero di letteratura cristiana
con libri ed e-book gratuiti
www.bjnewlife.org

ti interessa?

Adie

Mastro Pagliaro ha detto...

boia, te e il cardinali ci siete andati leggeri sulla copertina....
meravigliosa!
ciao bello e cerca di non farti arrestare!
:-)

Daniele ha detto...

Mah... stando a quanto visto nel documentario BBC e ad Annozero ieri sera (e in mille altre occasioni), non c'è paragone con i nostri flebili vagiti.
E' incredibile, 'un ni si sta dietro! E - speriamo - nemmeno loro.