28 aprile 2008

Vedi Napoli e poi Comicon

















Non ero mai stato a Napoli Comicon.
C'è davvero poco da dire: è una kermesse fantastica. Non una delle ormai decine di fiere in Italia ha la stessa cura e attenzione riservate agli ospiti come quella partenopea, e ringrazio ancora Claudio Curcio, Luca Boschi e gli altri (numerosissimi) membri dello staff per avermi invitato e per il trattamento riservato.
Gente fantastica, un posto da urlo, mostre bellissime, vecchi e nuovi amici. Lo dico senza vergogna, in fiere così faccio l'altalena fra i ruoli di autore e di fan: quando mi capita di conoscere autori che stimo e ammiro da anni faccio come tutti gli altri la fila per il disegnino, che poi mi guardo e scruto per ore (o secondi).
Se poi il personaggio in questione è una leggenda vivente, mi capita di ritrovarmi improvvisamente e incontrovertibilmente NERD e scattarmi una foto insieme, come nel caso di Juan Gimenez (sopra).
Auguro a tutti gli appassionati che non avessero mai visitato il Comicon di Napoli di prenotare già da ora per l'anno prossimo. E' un ordine tassativo.

Purtroppo ogni meraviglia ha un suo scotto da pagare, e nel mio caso è avvenuto nel viaggio di ritorno. Nel mio scompartimento, infatti, si è verificato l'unico incubo peggiore della bambina urlatrice.
Due bambine urlatrici.
Ore 17,50. Poco dopo essermi tuffato avidamente nella lettura di un libro appassionante*, all'altezza di Aversa si sono manifestati NEI POSTI DAVANTI A ME due rappresentanti dei più profondi gironi infernali, incarnatisi per l'occasione in una coppia di sorelle di 4-5 anni, che hanno cominciato a cantare ininterrottamente ultrasuoni che celebravano le gesta di macchine del capo che hanno un buco nella gomma, porcellini stupidini che non vogliono essere fatti a fette e altri componimenti il cui unico scopo è l'ostilità alla concentrazione altrui.
Speriamo scendano alla prossima è stato l'unico mantra che mi ha sorretto nei ristretti confini della sanità mentale.
Poi ho scoperto che andavano a Chiavari.
Ho invocato deragliamenti, assalti di briganti ciociari, reincarnazioni d'Erode, ma nulla.
La mamma, il Signore del Turpiloquio Atroce l'abbia in gloria, era troppo intenta a scrutare le importantissime notizie fornite da Chi per prendersi cura dei suoi piccoli angeli che reclamavano da lei attenzione.
Riposto con cura il libro, alle 22,45 ho baciato il suolo natìo.

L'anno prossimo vado in macchina.

* Manituana, del collettivo Wu Ming.

23 commenti:

etherea` ha detto...

O meglio ancora puoi disegnarti un paraorecchie a forma di orecchie di topo.. o imbavagliare le due iene urlatrici.. o con un AK47 minacciare la mamma di fare fuori le due angeliche creature, fare fuori la mamma e anche le due di prima.

O si, vai in macchina, e' meglio =)

Lopo ha detto...

Ma cambiare scompartimento, no, eh?

Fuma ha detto...

Napoli è fuori portata dal Sottoscritto. Già mi sembra di fare i chilometri quando vado a Lucca. Figurati a Napoli...
E' curioso che anche a me sia capita una cosa simile. Di ritorno da Consenza ho trovato una simpaticissima famigliola i cui componenti (nello specifico madre e figlio) avevano il potere mutante di rompere i coglioni e farsi i cazzi altrui. Inutile dire che sono scesi a Roma, assieme a me.

Vittorio "Prof. M." ha detto...

Ciao Daniele,
è stato un piacere conoscerti e ti ringrazio ancora per quel Martin e la Diana che hai disegnato a me e a Germana, la mia ragazza! Sei stato gentilissimo!
Al prossimo Comicon (magari riesco ad offrirti un caffè!)

Daniele Caluri ha detto...

@ lopo: posto prenotato, treno pieno.

@ vittorio: grazie a voi, ragazzi. Alla prossima!

Fabrizio ha detto...

ciao daniè
come promesso te passo a lascià un saluto sul blog, ho postato sul mio la foto che abbiamo fatto al Comicon, te l'ho anche mandata per posta all'indirizzo che ho trovato su Luana.
se te và de passà nel blog mio me fà piacere.
ciao

Raul Cestaro ha detto...

Ciao Daniele,è stato un piacere conoscerti e passare un pò di tempo assieme!
Grazie mille per il D.Zauker,sto leggendo i primi episodi e non sai le risate!^^
In quanto alle bambine urlatrici hai tutta la mia solidarietà,son capitate anche a me rotture di Maroni di questo genere! Certo che un bell'esorcismo di Don Zauker(cerco di immaginare cosa avrebbe combinato!) le avrebbe messe a tacere per l'eternità!
RC

Skiribilla ha detto...

Ti invidio il Comicon, ti invidio Gimenez, non ti invidio le due degne figlie di tale madre (non sapranno mai che le loro giovani giugulari si sono salvate perchè le tue mani erano impegnate a reggere un ottimo libro).

Matta ha detto...

Per la serie: siamo tutti nerd!
Grande Daniele! Jimenez è una leggenda vivente, e non si può non diventare nerd al suo cospetto.
Alla prossima fiera (lucca penso)...che anche io ci voglio un martine e una diana fatti da ti.

ciao!

Daniele Caluri ha detto...

@ fabrizio: grazie a te! Aspetto che passi il 12 barrato e faccio un salto anche sul tuo blog!

@ raul: piacere mio, maestro. Se le fiamme degl'inferi non ti avranno già lessato la borsa delle gioie, aspetto il tuo responso quando avrai finito di leggerlo tutto! Saluta anche il clo- il fratelluzzo.

@ skiribilla: davvero, tieni d'occio il Comicon. Magari l'anno prossimo non ci sarà Gimenez, ma quei ragazzacci garantiscono ad ogni festival almeno un paio di MOSTRI ASSOLUTI.

@ matta: e allora ci si vedrà a Lucca, Martin e Diana garantiti. Ciao a tutti!

Fabrizio ha detto...

daniè ti ho messo nei blog amici, occhio che il 12 barrato c'ha la deviazione, te conviene prende il 54 a gratte celoni :D

Raul Cestaro ha detto...

Ho letto(sul tuo sito mi sembra) che per Lucca dovrebbe uscire il nuovo albo del Don!
se è così...WOW!!!
RC

mylla ha detto...

MIIII, io spero da morire di riuscire almeno a venire a Lucca questo anno, per ora niente fiere, niente sagre, du' paaaalleeeeee. Divertiti te che se' giovane ;P hehehehe

RICCARDO ha detto...

PRCMDNN!!
Come ti sei PERMESSO di conoscere il maestro, colui che ha dato la schicchere a tutto, prima di me?!!

Natod'unsette!!!
Se ti chiappo...

r

P.S. stasera bacia i micini.
P.P.S. bimbi ci siamo: domani si torna a rompivi 'oglioni!

Daniele Caluri ha detto...

@ raul & mylla: eh, sì, cari miei. Per Lucca 2008, fra pochi mesi ormai, sarà fresca di stampa la seconda raccolta del DonZa. Che fate, non lo fate un salto alla Fiera? Mylla casomai col passeggino... :-)

@ riccardo: Eh eh eh... lo sapevo che con questa foto ti avrei stanato. Quando ci si vede, che bisogna aggiornassi di diverse cose?

Fuma ha detto...

Io ci saròòòòò con tutto il mio entusiaaaasmoooooo :)
Non posso perdermi Lucca, nonostante il mutuo.

Erika ha detto...

Ciao Caluri,
Sono anni che sei il mio mito. Pensa che sto rileggendo le vignette di Luana sui vecchi Vernacolieri che non ho mai buttato. L'università a Pisa è servita a qualcosa dopo tutto. E adesso scopro che hai anche il blog!
Il collettivo Wu Ming... bella lettura, l'hai già letto Free Kharma Food?
Se ti va di passare sul mio blog (in società con un'amica) ho citato Maicol nel mio ultimo post.
Un bacio
Erika

Daniele Caluri ha detto...

Volentieri, cara Erika, ma ad un patto: che tu mi dia l'indirizzo del tuo blog (sennò come faccio?). Grazie di tutto!

Erika ha detto...

No, scusa, abbi pazienza ma è che c'ho un cervello mononeuronale.
www.alerika.wordpress.com
ciao ciao
Erika

Raul Cestaro ha detto...

Beh,spero proprio di venirci a Lucca,che ci divertiamo un pò:)
RC

smoky man ha detto...

Ciao Daniele! Complimentissimi per tutto... e, semplicemente esilarante il tuo racconto sulle malefiche bambine urlatrici, anche se credo tu ti sia divertito pochino ;)

ci si vede a Lucca
saluti di Sardegna
smok!

Daniele Caluri ha detto...

E allora Erika, Raul e SM, vi aspetto a Lucca insieme a tutti gli altri. Ci s'entrerà?

Erika ha detto...

Ah se è x me ci si sta si, ora che sono doventata una "tap model"! No, via, sono una maga delle lingue straniere (vedi vernacolo livornese).
A presto
Erika