20 settembre 2006

Pel Bazza

Che bello che si sia originato uno scambio di opinioni, anche se mi auguro che al più presto esso verta principalmente su temi quali la cottura del brasato alla reatina, l'ultima puntata di "La pupa e il secchione" e, non ultima, l'elezione di Miss Italia.
Ma l'ultima cosa che mi aspettavo era dovermi spiegare col Bazza, che oltretutto mi conosce, e che mi rampogna severamente sul mio precedente post. Per questo mi corre l'obbligo di rispondergli qui.
Purtroppo, per esigenze di sintesi e per evitare una diaspora di visitatori, cerco di non scrivere torboni da sei quintali e mezzo: primo perché non ne ho l'autorità (trad: sonasegaio), secondo perché il mio massimo terrore è di annoiare. Ho espresso un parere personale, ma l'eccessiva sintesi può in effetti dare adito a dubbi. Dunque: dissenti per un sacco di motivi, e questa è cosa buona e giusta, la dissenteria prima o poi piglia tutti. Cerca però di rimanere obiettivo. Se forzi il discorso è chiaro che non ti tornino tante cose.
Intendo dire che quando asserisci che "contrapporre la cultura araba e islamica a quella europea e cristiana è un obbrobrio filosofico" non fai altro che ripetere quanto avevo detto, e cioè che "I due fronti NON POSSONO essere messi sullo stesso piano", nel senso che essendo due fenomeni completamente diversi e nessuno dei due superiore all'altro, non ha senso contrapporli. Molto meglio la SINERGIA. Ma le vittime della propaganda dello scontro di civiltà (un parolone spesso fuori luogo, quest'ultimo) stanno sia in Occidente sia in Medioriente, e le trombe dei media le fanno sembrare la maggioranza.
Secondo: "L'Occidente non è il cristianesimo, grazie a Dio (ehehehe), come non è l'illuminismo, ma una complessa mescolanza di fatti e di idee spesso assai eterogenee". E chi ha detto il contrario? ho dato per scontato che ci siano stati mille altri fattori che hanno portato a noi, e ho sbagliato. E' ovvio che non sia stato solo l'Illuminismo a partorire l'Occidente (non ciaveva nemmeno la topa, come faceva?), ma certo è che ha una parte da leone nella nostra formazione (tranne in quella di Buttiglione). La contrapposizione fra Noi e Loro, come cantavano i Pink Floyd, è una falsa contrapposizione. O meglio, si possono contrapporre tutte le varie culture fra di loro: europei e arabi, cinesi e giapponesi, livornesi e pisani e così via. In questo momento storico, però, ai Grandi Pezzi di Merda serve questa in particolare.
Terzo: o Igo, non mi venire a supportare tesi con le testimonianze di un tuo amico, dai. Via.
Quarto: "In più, la cultura araba col cazzo che è retrograda e "indietro", non foss'altro che se Cartesio è stato tale (e la stessa cosa dicasi per Voltaire) un po' di merito fu anche di quegli arabi che ci han tramandato la filosofia greca, unici tramiti medievali". Lungi da me il considerare la cultura occidentale superiore alle altre. Con "masse d'ignoranti" - se ti rileggi bene il post - mi riferivo ovviamente NON a tutti i musulmani, ma solo a quei disgraziati che non hanno avuto occasione di informarsi liberamente sul resto del mondo, facilmente manovrabili da chi ne ha interesse. E bada bene, non li ritengo assolutamente differenti da chi si flagella i gropponi nelle processioni dei santi, o - perché no - chi si va a sfarinare a sprangate in nome della squadra di calcio. Se poi mi vai indietro nel tempo, è certo che la cultura araba abbia meriti nel progresso dell'umanità. Nel Medioevo le parti sono invertite: sono degli arabi le maggiori scoperte scientifiche, matematiche, mediche, a fronte di un'Europa schiacciata dal giogo dell'ignoranza. Mi viene a mente Averroè, su tutti. Ma se si va indietro, Igo, e 'un ci si ferma più. Perché non citare anche il Codice di Hammurabi, allora?
Quinto: E' vero, i musulmani non hanno il clero. Ma se mi giochi sulle parole non te la concedo; famo a capisse: non hanno un'organizzazione che si chiama "clero", ma c'è un imam, che funge da guida alle funzioni religiose, hanno il corpo degli ulema, i dottori in legge (Islamica, non laica), che possono emettere pareri (la fatwa) sulla condotta da tenere dai fedeli; senza contare i mullah e gli ayatollah.
Sesto e ultimo: "In fondo, questa stronzata della guerra tra culture è proprio un'idea bislacca che serve ai soliti: c'è più differenza tra un marocchino, un libanese, un greco e un siculo, o tra questi ultimi due e un inglese, un tedesco e uno svedese?" Ma come, la metti come se le differenze fossero negative?! VIVA LA DIFFERENZA!
Quindi, amico mio del cuoricino, dissenti sempre e comunque quando lo trovi necessario, ma non mettermi in bocca pensieri non miei. E poi, che Dio, Allah, Budda, Manitù, Sandokan o Babbo Natale: se proprio bisogna scomodare la filosofia, io la vedo come Feuerbach!
Detto questo, Igo, se ti va di aggiungere la tua fallo in piena libertà, a me 'un mi pare il vero, ma - giusto per evitare di mesmerizzare i coglioni degli altri (5) visitatori - magari ci si scrive nelle rispettive caselle di posta, eh?
Un abbraccio.

P.S. La prossima volta che mi paragoni all'ex PreDelCons ti cao sur cofano della macchina!

10 commenti:

france974 ha detto...

Daniele,
Ma Don Zauker un c'ha da di nulla in proposito?? :)

Marco Ferri ha detto...

Diobono Daniele,ti sei messo in un bel ginepraio,quando hai scritto quel post,eh?

Aaronne ha detto...

L'hai voluto il blog ?
Ora sono cazzi tuoi ;-)

Ah, prossimamente voglio uno scòzzo Don Zauker Vs. Maometto

Lorenzo ha detto...

A quando un Don Zauker vestito da Gran Sacerdote Arles??

ir bazza ha detto...

Gentile Calury,
trovo fuori luogo, così come alcuni dei Suoi lettori mettono sapidamente in evidenza, che il piano di una discussione, ossia l'ambito naturale di un blog, stia in bilico tra il piano personale e quello sull'argomento.
E' un blog e si fa per parlare, nè? Altrimenti ti fai un syto e basta e non ci si pensa più.

Quindi non vedo niente di male nel mio intervento, che rileggo e sottoscrivo parola per parola: non ti rampogno, figuriamosi, si fa semplicemente per chiacchierare.
Ti cito una bella frase del buon vecchio Gaber, che sottoscrivo in pieno: "bastonerei gli efficientisti come gli esoteristi e prenderei a schiaffi i volterriani, i ladri, gli stupidi e i bigotti perché Dio è violento
e gli schiaffi di Dio appiccicano al muro tutti".
Esprimo la mia: non riesco a riconoscermi né in chi si professa completamente laico né in chi si dice relativista.
E la tua sparata originaria esprime un più che lecito punto di vista che, nella sostanza, ingloba sia il senso della celebre dichiarazione del PreDelCons sia alcune delle posizioni laiche della nostra sinistra.
La contraddizione non è tua, ma della destra (del PresDelCons) che gioca a far la libertaria quando gli torna comodo (con argomenti di critica all'assolutismo religioso) ma se gli tocchi il Papa si comporta come il peggiore degli ulema... T'è capì?

Ché poi, peraltro, alcuni passaggi della tua replica son anche debolini: perché non dovrebbe essere consentito addurre testimonianze dirette, soprattutto in relazione a qualcosa di cui abbiamo scarsissima esperienza? Io in Iran non ci sono andato, te nemmeno; il tipo in questione sì ed è tornato da poco. Se vuoi ti ci metto in contatto: non è che bisogna fidassi solo di un babbaleo che firma un articolo di giornale, no?

In ogni modo, il mio discorso è che applicare le nostre categorie d'analisi, financo quelle marxiste che sottoscrivo, alla società islamica è sbagliato, perché la struttura della loro visione del mondo non contempla il laicismo e un'analisi che non comprenda il piano religioso. Hanno una storia proprio diversa, non hanno mai avuto la borghesia, come fanno a essere laici? E non hanno il clero: le varie figure che tu citi ci sono, ma non afferiscono a una struttura chiusa e organizzata come la Chiesa. Gli imam sono persone "normali", non chierici specializzati, e ognuno dà l'interpretazione del Corano alla propria comunità. Spesso sono ricchi, dotti in studi religiosi, ma non svolgono esclusivamente la funzione di guide spirituali. Non hanno un governo centrale come il Vaticano: questo rende la comunicazione tra gli apparati delle due religioni quanto mai confusa. Perché per un papa che piscia fòri dal vaso le risposte sono tendenti a infinito.
Come se l'Italia non avesse un governo ma solo un parlamento e, all'estero, potessero essere equiparate le dichiarazioni di D'Alema a quelle di La Russa, Gasparri, Er Pecora, Borghezio e Calderoli.

E con questa differenza che è enorme s'ha da fare in conti, sforzandoci di evitare di pensare che noi s'ha ragione e loro torto, anche se siamo feuerbachiani, anche se siamo livornesi, anche se quando vediamo un prete mettiamo mano ai raudi.

Infine, secondo il mio parere, se hai l'impressione che qualcuno possa rompìrti i didimi con delle opinioni, rispondigli di seguito al post, in modo che i molti che se ne fregano della discussione non debbano forzatamente assistere a uno scozzo tra briài; dedicare un thread intero per rispondere a un post mi par esagerato, nè?
Poi, che c'entra, se m'intitoli financo un capitolo del tuo diario cibernautico la sacca contenente il mio ego si gonfia come una mongolfiera, ma il residuo di logica che mi resta m'induce a pensare che, evidentemente, alle 5.57 del 20 settembre un ciavevi proprio una seganulla da fare.

ALLAH AL BAR

ir bazza ha detto...

Dimenticavo:
chi è Igo?

Daniele ha detto...

Sì, ma - alla fin fine - che musica mi consigli?

ir bazza ha detto...

è una parola... apparte che di musica n'ascolto poìna, benché vada in giro a sona'...

in ogni caso:
le ultime cinque registrazioni di johnny cash, ossia gli american recordings, con rick rubin ai suoni. è di "oggi", in qualche modo.
una delle cose più belle mai prodotte: un vecchio cantante country, simbolo USA (ma è più vicino a de andré che all'idea di òmo dell'ameriàno medio), che si cimenta in pezzi suoi, tradizionali e cover rock tra beatles, nick cave, standard jazz, depeche mode e quant'altro.
sensazionale.

altrimenti, anche se non è "oggi": http://fanigliulo.altervista.org/
il tipo che in "berlinguer ti voglio bene" canta liscio nel gruppo romeo e los gringos

altri odierni: gli ultimi tre lp di dylan (1997-2001-2006), assai sorprendenti, soprattutto il primo.
l'ultimo capossela, interessante, gogol bordello e poi ci devo pensare.
in questi giorni mi sto riascoltando la discografia completa dei beatles e, tutto sommato, non è che senta il bisogno di altro...

Daniele ha detto...

Cooosa sarà... la vita mia senza di te/ Come quel fiume lì.../ come quel fiume lì davanti a te...

Blogger ha detto...

New Diet Taps into Pioneering Plan to Help Dieters Lose 15 Pounds in Only 21 Days!